Beer Hunters

…Dio salvi la birra!

Birra – Tripel Karmeliet

Nome: Tripel Karmeliet
Nazione: Belgio
Gradazione: 8.00% Vol.

La Tripel Karmeliet è una birra rifermentata in bottiglia prodotta secondo una ricetta seicentesca, risalente al 1679, dei monaci carmelitani di Dendermonde. La sua peculiarità è di essere prodotta con una mistura di tre malti, avena, frumento ed orzo, sia maltati che crudi, che le conferiscono un gusto particolarmente fruttato e piacevole.
Non lasciatevi ingannare dall’indicazione “tripel”, che solitamente viene impiegata per le trappiste di elevata gradazione alcolica ma assolutamente non così zuccherine. La Tripel Karmeliet è, infatti, una birra decisamente dolce che risulta, all’assaggio, leggermente squilibrata anche dal punto di vista alcolico. Alla vista si presenta con un colore “arancio opaco-dorato carico” ed un bel cappello di schiuma bianca, fine, abbondante e compatta ma di media persistenza.
Il primo odore che colpisce il naso è un marcato accento maltato, seguono sentori di frumento, speziati ed erbe aromatiche. Particolarmente piacevole è il fruttato agli agrumi (canditi?) tra cui limone ed arancia, ed una piccola nota di miele.
Anche al gusto ritroviamo le stesse sensazioni di malto ed agrumi, si presenta frizzante e, specialemnte al primo impatto, colpisce con un tocco amarognolo, che cede però il posto ai sapori fruttati lasciando una piacevole sensazione zuccherina nel finale.
La Tripel Karmeliet non è una birra “facile”, presenta molti toni e sbalzi di sapori. Più che da pasto, questa birra è ottima per accompagnare formaggi grassi e dai sapori decisi, o da bere da sola, in assoluta contemplazione e degustazione, per coglierne tutti i piccoli e piacevoli aspetti.
Personalmente la consiglio in bottiglia, anche se alla spina, se ben spillata, non ha nulla da invidiare “al vetro”. Preferibilmente la bottiglia da 75cl con tappo in sughero, il quale permette una migliore rifermentazione consentendo l’aerazione della birra, cosa che il classico tappo di metallo frena, e non poco.

Una piccola curiosità: il birrificio che produce la Tripel Karmeliet è lo stesso in cui vengono prodotte anche la birra Kwak e la birra Deus.

Come degustare al meglio questa birra? Con il suo tipico bicchiere. Clicca per saperne di più.

Recensione a cura di: Silvio Carnicelli

Annunci

1 commento»

  cinefobie wrote @

La mia birra preferita!


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...