Beer Hunters

…Dio salvi la birra!

Birra – Samichlaus

Nome: Samichlaus
Nazione: Austria
Gradazione: 14% Vol.

Volete provare la magia del Natale tutto l’anno? Eccovi accontentati, la birra Samichlaus è infatti la birra per eccellenza prodotta il giorno di San Nicola (6 dicembre) e fatta invecchiare per 10-11 mesi in modo da essere pronta per le feste dell’anno successivo. “Questa birra prende il nome da San Nicola di Mira (città dell’odierna Turchia) di cui si racconta che, essendo un vescovo, esortò tutti gli altri parroci della sua diocesi a diffondere il cristianesimo laddove i bambini non avevano la possibilità o la volontà di recarsi in chiesa anche a causa del freddo invernale, che costringeva molti a non uscire di casa. Così li esortò, dicendo loro di recarsi dai bambini portando loro un regalo e di cogliere l’occasione per spiegargli chi fosse Cristo e che cosa avesse fatto per l’intera umanità. I parroci portando con loro un sacco pieno di regali, raggiungevano i bambini mediante alcune slitte trainate da cani (e non renne). La leggenda di San Nicola è alla base della grande festa olandese di Sinterklaas (il compleanno del Santo) che, a sua volta, ha dato origine al mito ed al nome di Santa Claus nelle sue diverse varianti.” (fonte wikipedia)

Le sue molte particolarià hanno reso questa birra molto ricercata dagli intenditori o per chi vuole provare il piacere di bere un prodotto che si può tranquillamente definire “estremo”, ma non squilibrato. Il colore con cui si presenta è un bellissimo rosso scuro che si avvicina incredibilmente al marrone, sormontato da una “schiuma pazza”, nel senso che varia a seconda dell’annata di produzione, rivelandosi a volte persistente e compatta, ed altre volte poco persistente e fine. L’aroma che ne scaturisce è ammaliante e ne denota immediatamente la complessità, si avverte un caldo tenore alcolico che ricorda il brandy, fichi e prugne secche sono la componente fruttata e i malti ne esaltano ancora di più l’aroma. Al gusto si presenta eccezionalmente maltata e corposa, il sapore è dolciastro e la sua elevata gradazione alcolica riscalda il palato, il finale ricorda vagamente la ciliegia ed il dolce e l’amaro si fondono in bocca in completa armonia.
Per essere davvero apprezzata va bevuta alla giusta temperatura, non troppo fredda, e in un accogliente bicchiere da cognac. L’accompagnamento ideale per questa birra è una piccola porzione di cioccolata fondente, ma è ottima anche bevuta da sola, in completa “contemplazione”.

Storia della Samichlaus.

Recensione a cura di: Silvio Carnicelli

Annunci

No comments yet»

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...