Beer Hunters

…Dio salvi la birra!

Birra – Rossa del Brenta

Nome: Rossa del Brenta
Nazione: Italia
Gradazione: 7,8% Vol.

Su richiesta di un utente del blog inseriamo un piccolo articolo su questa bella birra artigianale italiana. Il post è stato estratto da un nostro intervento in riposta all’utente.

“…il produttore dovrebbe essere Fravort, il quale ha creato i marchi “Birra Artigianale del Trentino” e “Birra Valsugana”, il primo di questi riportato sull’etichetta della bottiglia. Il suo punto vendita è all’interno del birrificio di Ospitaletto. Da parte mia posso dirle che è decisamente una birra fuori dal canone, per quanto riguarda le birre italiane. Durante la seconda degustazione (svoltasi al ristorante Modo di Salerno) ha rivelato un sapore leggermente acidulo, tipico di una lambic o geuze, ed un corpo ben strutturato. Queste sensazioni sono state ben diverse la prima volta che abbiamo provato, alla spina, questa birra (al ristorante Palatofino di Pellezzano). Al posto del sapore acidulo, il gusto era dolce con note leggermente amare, corpo consistente ed un aroma fruttato ed agrumato. Questa differenza è dovuta, forse, ad un piccolo “errore” della cotta, che in ogni caso non ha guastato il sapore del prodotto. Per maggiori informazione le riporto quanto scritto sull’etichetta della “Rossa del Brenta”: “Utilizziamo l’acqua filtrata naturalmente dalla roccia dei Monti Logorai. La selezione della miscela di malti con diverse caratteristiche, dona il colore ambrato e da inizio in sala cottura all’ammostamento e alla saccarificazione, che avviene in 4 fasi a temperature comprese tra i 45 e gli 81 gradi, prima della fase finale di ebollizione. Durante la fase di ebollizione il Mastro Birraio selezione e aggiunge i luppoli, ben 4 tipologie, per conferire gli aromi e l’amaro desiderati. Il processo viene ultimato con la trasformazione degli zuccheri fermentescibili in alcol per dare corpo al prodotto, con l’utilizzo di ceppi selezionati di lieviti.”

La seguente foto è stata scattata durante una degustazione svoltasi al ristorante Modo di Salerno.

Post a cura di: Silvio Carnicelli

Advertisements

1 commento»

  Giangius wrote @

Allora corrisponde al vero, che il package assomiglia ad una bottiglia di vino (anche se una foto, il colore non smentisce).


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...