Beer Hunters

…Dio salvi la birra!

Birra – De Dolle Oerbier Special Reserva

Oerbier - De Dolle Special ReservaNome: Oerbier Special Reserva
Nazione: Belgio
Gradazione: 13% Vol.

Considerata da molti una delle birre più buone, nel suo stile, la Oerbier Special Reserva è una “signora birra”, degna di tutte le attenzioni e da bere con calma, gustandone ogni piccolo sorso.

Stappiamo la bottiglia e l’aroma è realmente intenso, colpisce il naso senza pietà. Vinosa già all’olfatto, con tanti aromi differenti come la ciliegia, la prugna, il pepato, un qualcosa di legno barricato e di acetico. La schiuma è in stile De-Dolle, molto abbondante e pannosa grazie all’elevata carbonazione che tende a descrescere in tempi ragionevoli.

In bocca è una sorpresa. Leggermente acetica (per la mia gioia, un po’ meno per Antonella) e complessa. Dopo l’attacco acido si scioglie comunque grazie all’abbondanza di malti in note più morbide e avvolgenti, con un finale asciutto che ti invoglia a riberla subito. Un vino d’orzo, bella sorpresa e piuttosto pericolosa visti i 13° gradi scarsamente percepibili.

Piccola curiosità: I “birrai matti” di Esen producevano birre estreme molto prima che la pratica si diffondesse nel mondo artigianale statunitense. La prima è stata la Oerbier del 1980, mentre la più recente ed originale è questa Special Reserva, invecchiata per diciotto mesi in barrique da Bordeaux e ispirata soprattutto alla tradizione fiamminga delle birre acide, anzichè alla recente moda di affinare la birra nel legno. Il prodotto è di tale calibro e complessità da lasciare nell’ombra un gran numero di ale fiamminghe, suscitando profonda ammirazione.
La maturazione in botti di legno aggiunge nuove sfumature di sapore a una birra che si annovera già tra le più interessanti del mondo. Alquanto potente da giovane (9% Vol.), lo è ancora più il prodotto finale con il suo 13% di gradazione alcolica. Persino i vini dal sapore così intenso e massiccio sono rari. Non è una birra da bere e basta, ma da assaporare con lentezza.

Bevuta alla Ludoteca Demetra di Pontecagnano.

Recensione a cura di: Silvio Carnicelli

Annunci

No comments yet»

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...